Il pane dolce tipico della Valcanale: lo Schartl

Lo prepariamo nel periodo pasquale e tradizionalmente si accompagna anche a prosciutto, uova sode e rafano.

Da dove nasce la tradizione

Nel periodo pasquale in Valcanale abbiano l'usanza di fare un pane dolce con uvetta e cannella: lo Schartl.

Questo pane nasce dalle stesse tradizioni germaniche che hanno prodotto la Pinza goriziana, la Gubana delle Valli del Natisone, il Presnitz e la Putizza di Trieste.

La differenza è che quello che facciamo in Valcanale è più leggero, con un ripieno di cannella, uva passa e zucchero.


Il Sabato Santo si porta a benedire lo Schartl con prosciutto, uova sode e rafano. Il tutto viene poi mangiato, in base alle varie usanze, il sabato sera o la domenica di Pasqua.

Da noi, nel periodo di Pasqua, in ogni Chiesa viene costruito un "Santo Sepolcro" che viene vegliato dal giovedì al sabato dai pompieri volontari. Tradizioni che si tramandano da moltissimi anni nella nostra terra.

I bimbi nello stesso periodo sostituiscono il suono delle campane con quello delle craciule per scandire il tempo alle 9, alle 12.00, alle 15 e la sera per chiamarci in Chiesa.

Ci vuole tanta esperienza e tanta pazienza perché lo Schartl riesca soffice e delicato. Nel nostro laboratorio di Valbruna lo prepariamo a regola d'arte e ve lo proponiamo nella ricetta tipica.

Direttamente a casa vostra

Visto che purtroppo in questi giorni la nostra caffetteria è chiusa a causa dell'emergenza Coronavirus, se volete potete ordinarci lo Schartl e ve lo consegneremo a casa in massima sicurezza.

Contattateci allo 0428 60262 e ci accorderemo per non farvi mancare il nostro pane dolce anche in questo difficile momento.